THE COVERS ASS. CULTURALE MUSICALE “ON BEAT”

Statuto

Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE

E’ costituita l’Associazione Culturale Musicale “The Covers”, con sede legale in via Campo 57/A, 32035 Santa Giustina (BL); The Covers è una libera Associazione apartitica e apolitica con durata illimitata nel tempo e senza scopo di lucro.

Art. 2 FINALITA’

L’Associazione Culturale musicale The Covers persegue le finalità di promozione artistica, diffusione della cultura musicale e quant’altro rientri nel campo della creatività. E’ fine dell’Associazione sviluppare l’associazionismo e il volontariato musicale, collaborando con altri gruppi di volontariato e non solo di varia estrazione.
Per il miglior raggiungimento degli scopi sociali essa potrà, tra l’altro, svolgere attività di gestione e conduzione di spazi espositivi, sale prove, nonché lo svolgimento di attività didattica e formativa per l’avvio, l’aggiornamento ed il perfezionamento in campo artistico; organizzazione di seminari ed organizzazione di eventi artistici in genere.
Essa è aperta a tutte quelle persone che si esprimono nel campo dell’arte ( potranno aderire Associazioni, Culturali, Gruppi, Comitati e quant’altre organizzazioni ) e si offre come mezzo di interscambio artistico e culturale in Italia e all’estero

Art. 3 ATTIVITA’

Ricadono fra le attività dell’associazione i punti di seguito descritti:
a) presenziare musicalmente a manifestazioni promosse dalla stessa o da enti pubblici o privati, comitati e associazioni che ne richiedano la presenza stessa;
b) organizzare e realizzare, anche per conto di terzi, concerti, spettacoli, manifestazioni artistiche, rassegne, concorsi, sia nazionali che internazionali, utili alla diffusione della conoscenza della cultura musicale. A tal proposito stipulare convenzione con studi di registrazione, agenzie di spettacoli e service audio e luci;
c) collaborare con enti pubblici e privati, associazioni culturali, sportive, con consorzi, cooperative che perseguono scopi e finalità affini; ed aderire ad organismi nazionali e internazionali che abbiano similari obiettivi;
d) promuovere e sostenere attività didattica aperta a tutti e particolarmente ai giovani, mediante l’organizzazione di corsi, scuole, seminari, stage di musica;
e) incentivare scambi culturali, gemellaggi musicali con gruppi italiani e stranieri;
f) realizzare iniziative pubblicistiche nei settori della cultura, della didattica e tecnica musicale;
g) ingaggiare o assumere artisti, esperti o altro personale specializzato ad adempiere attività consone ai fini statutari;
h) in via sussidiaria e non prevalente l’associazione potrà svolgere anche attività commerciali finalizzate al raggiungimento degli scopi sociali;
i) organizzare e gestire – anche con strutture permanenti – tutte quelle attività, anche economiche, utili per il raggiungimento dei propri fini sociali (quali ad esempio gestione sale concerto e sale prove).
l) promuovere e/o gestire ogni altra iniziativa, ritenuta idonea al raggiungimento degli obiettivi sociali; il tutto nella propria realtà e dovunque se ne renda utile e necessaria la presenza.

Art. 4 ADESIONE

Per essere ammessi a socio è necessario presentare domanda di ammissione all’Associazione con la osservanza delle seguenti modalità ed indicazioni:
– nome e cognome, luogo e data di nascita, professione, residenza, e-mail, codice fiscale e numero di
telefono.
– Dichiarare di attenersi al presente Statuto ed alle deliberazioni degli organi sociali.
E’ compito del legale rappresentante dell’Associazione o di altro membro del Consiglio Direttivo da lui delegato, anche verbalmente, valutare in merito all’accettazione o meno di tale domanda.
L’accettazione dà diritto dall’iscrizione nel libro soci, acquisendo quindi la qualifica di “socio”. Nel caso in cui la domanda venisse respinta, l’interessato può presentare ricorso, sul quale si pronuncia in via definitiva il Consiglio Direttivo alla prima convocazione.
I soci:
a) hanno il diritto di eleggere gli organi dell’Associazione in base alla categoria di appatenenza;
b) hanno il diritto di informazione e di controllo stabiliti dalle leggi e dallo statuto, in modo particolare possono consultare liberamente i libri sociali.
c) hanno il diritto di ricevere le eventuali pubblicazioni periodiche e tutte le notizie riguardanti l’attività
dell’Associazione.
d) possono essere rimborsati delle spese effettivamente sostenute per l’attività prestata, preventivamente autorizzate dall’Organo Amministrativo anche verbalmente o successivamente ratificate dallo stesso.
e) devono svolgere la propria attività in modo personale, spontaneo e senza fini di lucro.
f) devono promuovere l’attività dell’Associazione e collaborare all’attività organizzativa della stessa.
g) ai fini della loro qualifica devono versare annualmente la quota sociale che verrà stabilita annualmente dal Consiglio direttivo.
La qualità di associato si perde per decesso, dimissioni o esclusione. L’esclusione è deliberata dal Consiglio Direttivo con delibera motivata ovvero qualora il socio non ottemperi alle disposizioni statutarie o dei regolamenti o alle delibere assembleari o del Consiglio Direttivo.

Art. 5 – CATEGORIE DI SOCI

I soci si distinguono nelle seguenti categorie:
– sono soci fondatori coloro i quali hanno sottoscritto l’atto costitutivo della fondazione
– sono soci ordinari coloro la cui iscrizione avviene successivamente, previa presentazione di domanda e ammissione deliberata dal Consiglio Direttivo
– Sono soci aggregati tutti coloro tutti coloro che intendo usufruire della attività promosse dall’Associazione limitatamente al periodo del loro svolgimento, hanno Diritto di voto ma non possono
essere eletti.
– Sono soci onorari le persone che si sono distinte per meriti particolari nei confronti dell’associazione o per attività culturali rientranti nell’oggetto dell’Associazione. Detta segnalazione verrà esaminata e messa ai voti dal Consiglio Direttivo durante una riunione ordinaria del consiglio. I soci onorari non hanno diritto di voto e non possono essere eletti I soci hanno diritto di presenziare alle assemblee e , se soci fondatori o ordinari, di nominare i membri del direttivo; tutti i soci hanno il dovere di sottostare al regolamento, allo statuto e di pagare le quote annue di iscrizione prefissate

Art. 6 PATRIMONIO SOCIALE

Il patrimonio sociale è indivisibile ed è costituito dal patrimonio mobiliare ed immobiliare di proprietà dell’Associazione, da contributi, erogazioni, donazioni e lasciti diversi e fondi di riserva.
E’ assolutamente vietato distribuire tra gli associati, utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.
Nel particolare le entrate dell’Associazione sono principalmente costituite:
a) dalle quote associative;
b) dal ricavato dall’organizzazione di manifestazioni o partecipazione ad esse;
c) da ogni altra entrata che concorra ad incrementare l’attivo sociale quali ad esempio dai fondi pervenuti a seguito di raccolte pubbliche occasionali anche mediante offerte di beni di modico valore; corrisposti da amministrazioni pubbliche per lo svolgimento di attività contributi aventi finalità sociali.

Art. 7 RENDICONTO ECONOMICO (BILANCIO)

Il bilancio comprende l’esercizio sociale dal 1° gennaio al 31 dicembre di ogni anno e deve essere presentato all’Assemblea entro il 30 aprile dell’anno successivo.

Art. 8 ORGANI SOCIALI

Gli organi sociali sono:
– L’Assemblea Generale dei soci
– Il Presidente
– Il Vice Presidente
– Il Consiglio Direttivo
– Collegio dei Revisori Contabili

Art. 9 L’ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI

L’Assemblea Generale dei Soci è l’organo sovrano dell’Associazione ed è convocata in sessioni ordinarie e straordinarie. Indica le linee di sviluppo dell’Associazione, opera le scelte fondamentali, delibera sull’operato degli organi esecutivi e rappresentativi, ed esercita costantemente la propria azione affinché tutte le attività siano coerenti con le indicazioni che il presente statuto contiene.
Quando è regolarmente convocata e costituita rappresenta l’universalità degli associati e le deliberazioni da essa legittimamente adottate obbligano tutti gli associati anche se non intervenuti o dissenzienti.
Le Assemblee dei soci possono essere ordinarie e straordinarie. Le Assemblee sono convocate con avviso affisso, con almeno 5 giorni di preavviso, o con avviso scritto ad ogni socio, o tramite altro mezzo di comunicazione idoneo dichiarato per ricevere comunicazioni (sms o mail). L’avviso dovrà riportare data, luogo e ordine del giorno dell’Assemblea.
L’Assemblea ordinaria viene convocata ogni anno nel periodo che va dal 1° gennaio al 30 aprile successivo. Essa:
a) approva le linee generali del programma di attività per l’anno sociale;
b) elegge il Consiglio Direttivo (ogni 3 anni);
c) elegge la commissione elettorale composta da almeno tre membri, che propone i nomi dei soci candidati e controlla lo svolgimento delle elezioni;
d) approva il bilancio consuntivo e preventivo;
L’Assemblea straordinaria viene convocata:
a) tutte le volte che il Consiglio Direttivo lo reputi necessario;
b) ogni qualvolta ne faccia richiesta il Collegio dei Revisori Contabili;
c) allorché ne faccia richiesta motivata almeno 1/5 dei soci;
d) per le eventuali modifiche al presente statuto e/o per lo scioglimento e la liquidazione dell’Associazione.
L’Assemblea dovrà avere luogo entro 30 giorni dalla data in cui viene richiesta. In prima convocazione
l’Assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è regolarmente costituita con la presenza di metà più uno dei soci. In seconda convocazione l’Assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli intervenuti e delibera a maggioranza assoluta dei voti dei presenti su tutte le questioni poste all’ordine del giorno; la seconda convocazione può avere luogo mezz’ora dopo la prima.
Per le delibere sulle modifiche da apportare allo statuto o al regolamento, è indispensabile la convocazione dell’Assemblea Straordinaria con la presenza di almeno il 50% dei soci ed il voto favorevole dei 3/5 dei presenti.
In seconda convocazione è sufficiente il voto favorevole della maggioranza dei presenti.
Le votazioni possono avvenire per alzata di mano o a scrutinio segreto ed hanno diritto di voti tutti i soci in regola con il versamento della quota annuale, ad esclusione dei soci aggregati e onorari.
L’assemblea ordinaria e straordinaria è presieduta da un presidente nominato dall’assemblea stessa. Il presidente nomina un segretario che provvederà a redigere il verbale dell’assemblea ed a riportarlo su apposito registro dei verbali.
Sono ammesse al massimo due deleghe per rappresentanza dei soci assenti.

Art. 10 IL PRESIDENTE

Il Presidente ha la rappresentanza legale e la firma sociale. In caso di assenza o di impedimento del Presidente tutte le mansioni dallo stesso ricoperte spettano al Vice Presidente. Egli:
a) Convoca il Consiglio Direttivo e l’Assemblea in conformità alle prescrizioni o quando lo ritenga
opportuno, ne dirige le discussioni, fa emettere i mandati di pagamento, vidima i processi verbali del
Consiglio e dell’Assemblea;
b) firma tutta la corrispondenza che viene spedita dall’Associazione;
c) soprintende alla esecuzione di qualsiasi deliberato.
Le mansioni inerenti la straordinaria amministrazione dovranno essere espressamente delegate.
Nei casi di urgenza il Presidente può esercitare i poteri del Consiglio Direttivo, salvo ratifica di questo alla prima riunione utile successiva, da tenersi comunque entro 30 gg dalla decisione.

Art. 11 VICE-PRESIDENTE

Il Vice-Presidente sostituisce il Presidente in caso di sua assenza o impedimento temporaneo ed in quelle mansioni per le quali venga espressamente delegato. E’ nominato dal Consiglio Direttivo.

Art. 12 CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo è composto da un minimo di 3 ad un massimo di 7 Consiglieri eletti fra i soci ordinari e fondatori segnalati dalla commissione elettorale, dura in carica 3 anni ed è rieleggibile. Uno o due consiglieri, purché non superino la metà, possono essere sostituiti mediante la nomina da parte del restante Consiglio, altrimenti, se viene meno la maggioranza, si deve procedere con nuove rielezioni.
Esso si riunisce ogni qualvolta il Presidente lo ritenga necessario, oppure se ne sia fatta richiesta da almeno la metà dei consiglieri, senza formalità. Essa deve avvenire almeno 5 giorni prima e sarà comunicata via e-mail o sms.
Il Consiglio elegge nel suo seno il Presidente, il Vice Presidente, il Segretario Amministrativo, e fissa le responsabilità degli incarichi degli altri Consiglieri, in ordine all’attività svolta dall’Associazione, per il conseguimento dei propri fini sociali. Possono ricoprire cariche sociali i soli soci fondatori e ordinari, in regola con il pagamento delle quote associative, che siano maggiorenni.
In assenza del Presidente la riunione sarà presieduta dal Vice Presidente.
Il Consiglio Direttivo deve:
a) redigere i programmi di attività sociale previsti dallo statuto sulla base delle linee approvate dalla
Assemblea dei soci;
b) curare l’esecuzione delle deliberazioni dell’Assemblea;
c) redigere i bilanci preventivo e consuntivo;
d) compilare i progetti per l’impiego del residuo del bilancio da sottoporre all’Assemblea;
e) approvare tutti gli atti e contratti di ogni genere inerenti alla attività sociale;
f) formulare il regolamento interno da sottoporre alla approvazione dell’Assemblea;
g) deliberare circa la sospensione e la espulsione dei soci;
h) favorire la partecipazione dei soci alle attività dell’Associazione
Le deliberazioni sono prese a maggioranza di voti, con prevalenza del voto del Presidente in caso di parità, e devono risultare da un verbale sottoscritto da chi ha presieduto la riunione e dal segretario. Il Consiglio è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell’associazione, senza limitazioni.

Art. 13 SEGRETARIO

Il segretario dà esecuzioni alle deliberazioni del Presidente e del Consiglio Direttivo, redige i verbali delle riunioni, attende alla corrispondenza. Ha possibilità di delegare un tesoriere che ha il compito di occuparsi dell’amministrazione dell’Associazione e che si incarica della tenuta della contabilità, nonché, quale tesoriere, delle riscossioni e dei pagamenti da effettuarsi previo mandato del Consiglio Direttivo.

Art. 14 IL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

Il Collegio dei Revisori dei Conti è costituito da una o due persone elette dall’Assemblea ed esterne
all’Associazione è ha durata di 3 anni. Spetta loro accertare la regolare tenuta della contabilità sociale e dei registri sociali, verificare in generale le procedure amministrative dell’Associazione, e intervenire alle sedute dell’Assemblea relative alla discussione e approvazione del bilancio.

Art. 15 DURATA E SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE

La durata dell’Associazione è a tempo indeterminato. La decisione di scioglimento dell’Associazione deve essere presa all’unanimità dei soci presenti all’Assemblea Straordinaria di cui la validità è data dalla partecipazione del 50% del corpo sociale. In seconda convocazione sarà necessaria la maggioranza dei 4/5 dei presenti.
In caso di scioglimento l’Assemblea straordinaria delibera, con la maggioranza prevista dall’art. 29 del c.c., sulla designazione del patrimonio residuo, dedotte le passività. Il patrimonio residuo dovrà comunque essere devoluto ad altra associazione con finalità analoghe o ai fini di pubblica utilità.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>